Move 30L

Come il Move 30 N, anche il Move 30 L fa parte della famiglia dei montauto a colonne. Nel caso specifico, il Move 30 L ha le due colonne di sollevamento posizionate entrambi su uno dei due lati lunghi della pedana, dando la possibilità di sfruttare il massimo spazio disponibile sulla pedana stessa.
Montauto dalle caratteristiche qualitative di altissimo livello, si adatta perfettamente a qualsiasi situazione preesistente, senza pretendere che opere edili vengano svolte, al fine di adattare le stesse alla piattaforma. Doppia valenza di montauto e montacarichi.

Descrizione

Move 30L foto 1
Move 30L foto 2
Move 30L foto 3
Move 30L foto 4
Move 30L foto 5
Viste generali della macchina (per precisione d’informazione, le foto sono state scattate durante un momento di manutenzione, in quanto non è possibile, in alcun modo aprire le porte, se la pedana non è al piano).
Move 30L foto 8
Alla fine delle corsa alla massima altezza, il gruppo pistone, spalla-guida e blocco meccanico rimangono in sporgenza per 1.618 mm.
Move 30L foto 6
Move 30L foto 7
Nel caso in cui si preferisca avere la pedana al piano senza alcuna sporgenza, si può avere l’opzione della macchina a spalle-guide rovesce, evitando alcun tipo di sporgenza nella parte superiore. In questo caso si andrà ad aumentare la fossa da 215 mm a 1.715 mm.
Move 30L foto 9
Vista frontale del gruppo delle colonne a macchina installata. In evidenza, oltre alle colonne, i due pistoni, le spalle-guida, le cremagliere per il posizionamento della barra di torsione ed il gruppo pistoni blocco meccanico al piano, con i relativi distanziali tra le colonne.
Move 30L foto 10
Particolare del fermo anteriore delle ruote, per garantire un corretto posizionamento del veicolo e per evitare eventuali spostamenti dello stesso durante il movimento della pedana. Tale elemento viene posizionato anche nella parte posteriore.
Move 30L foto 11
Move 30L foto 12
Move 30L foto 13
Move 30L foto 14
Particolare di fissaggio della colonna al muro mediante piastre presaldate alla colonna stessa con l’inserimento di tasselli chimici. Si noti, inoltre il dettaglio dell’attacco della catena di sollevamento e della carrucola di rinvio. All’estremità esterna della carrucola, viene fissata una protezione contro la fuoriuscita della catena dalla sua sede naturale.
Move 30L foto 15
Nella foto in alto si evidenzia il dettaglio di un esempio di fine corsa posizionati sulla macchina.
Move 30L foto 16
In basso, il funzionamento del fine corsa di rallentamento e di regolazione della corsa, evidenziato dalla lunghezza della camma di azionamento (più lunga della camma di stop).
Move 30L foto 17
Move 30L foto 18
In questa angolatura si può vedere, invece, il funzionamento del fine corsa di arresto, posizionato sulla colonna opposta a quello di rallentamento ed evidenziato dalla camma di azionamento più corta.
Move 30L foto 19
Move 30L foto 20
Nell’insieme delle foto presenti, si nota il sistema di bloccaggio meccanico della piattaforma al piano, mediante azionamento idraulico.
Move 30L foto 22
Move 30L foto 23
La spalla della piattaforma, supera il punto di posizionamento del pistone di blocco meccanico al piano, permettendone la fuoriuscita. Dopodichè la spalla ridiscende per potersi adagiare, mediante la logiva di aggancio, sul pistone stesso, fuoriuscito dalla sua sede, permettendone una stabilità totale. A questo punto il sistema idraulico di sollevamento dei due pistoni sottostanti la piattaforma, si pone in posizione di rilassamento, evitando ulteriori e continui stress, dati dalla pressione costante, al circuito idraulico stesso.
Si vuol far notare che, al salire sulla piattaforma con il veicolo, non si noterà il benché minimo sobbalzo della stessa, che avrebbe luogo in pedane sostenute solo dalla pressione dei pistoni, evitando patemi d’animo all’utilizzatore.
Move 30L foto 24
Il pistone di blocco meccanico al piano è ulteriormente controllato da un fine corsa “fuori tutto, dentro tutto” che ne analizza la corretta posizione. Nel caso di malfunzionamento del pistone e, non potendo mettere in sicurezza la piattaforma, il fine corsa, mediante impulso al quadro di comando elettrico, reinvia la piattaforma al piano successivo, in maniera da poterla bloccare in modo sicuro.
Move 30L foto 25
l pignone di testa della barra di torsione è dotato di una ghiera dentata (una ad ogni estremità) che scorre, mediante aggancio, sulle cremagliere (una per colonna). La stessa barra di torsione è dotata di supporti regolabili in posizione, per il perfetto aggancio alle cremagliere